Puzzle Bobble, qualche curiosità che… non sai!

0
256
pbobble

Oltre a Space Invaders, Puzzle Bobble è probabilmente la più popolarie serie di videogiochi Taito. La serie ha infatti dato il via a una tendenza di giochi di puzzle molto semplice e gradevole sotto il profilo estetico, che ha ispirato tanti titoli a seguire.

Le origini

Il primo gioco della serie è stato rilasciato nel 1994 per i cabinati, e portato sulle console domestiche l’anno successivo, come il Super NES e, inaspettatamente, il 3DO. Qualche anno dopo l’uscita del gioco, c’erano già 3 sequel realizzati per i cabinati, ma i giochi successivi della serie sarebbero stati portati su PSX, N64, ecc.

L’inizio del gioco

Quando il gioco inizia, il giocatore viene accolto da una piacevole introduzione di Bub & Bob (i due protagonisti) e, subito dopo, sarà chiesto al giocatore di scegliere la propria opzione di gioco: Modalità 1P, Modalità 1 contro 1, record di sfida.

Come intuibile, nella modalità 1P è necessario far scoppiare tutte le bolle del livello prima che scendano sotto la linea base. In modalità versus, invece, il giocatore deve assicurarsi che le bolle vadano sotto la linea dell’avversario prima che lo stesso accada a se stesso. Si noti che, facendo scoppiare le proprie bolle, si aggrava il livello di difficoltà dell’avversario, rendendo così il gioco molto più dinamico. Il record di sfida è come la modalità infinita di Tetris DS, poiché devi far scoppiare quante più bolle possibile in un singolo livello.

Il gameplay

Il gameplay dovrebbe essere familiare a chiunque abbia già giocato una partita di Puzzle Bobble o di un suo “clone”.

Il giocatore è dunque accolto da uno schema di bolle composto da vari colori, che si trova nella parte superiore dello schermo. E’ necessario farle scoppiare tutte per liberare l’arena, ma le bolle scoppieranno solo se una di esse si scontra con almeno 2 o più dello stesso colore. Quando una bolla è appesa sotto altre bolle, cadrà giù una volta che queste bolle sono state fatte scoppiare, indipendentemente dal colore. Dopo che una certa quantità di mosse sono state fatte, il soffitto e le bolle esistenti si abbasseranno e – se si sta giocando il record di sfida – un nuovo strato di bolle apparirà sulla parte superiore. Il giocatore perderà se le bolle finiscono sotto la linea base.

Poche annotazioni sul fronte musicali. I brani sono spensierati e fanno il loro lavoro, senza entrare necessariamente nella memoria più duratura. Neanche la grafica – a ben vedere – sembra essere il punto culminante del gioco o della serie. Gli sprite di Bub & Bob sullo schermo del titolo sembrano abbastanza buoni per un gioco a 16 bit e gli sfondi sono ovviamente più semplici di quelli dei giochi successivi della serie. Ci sono anche alcuni piccoli dettagli grafici, come i nemici che vengono bloccati nelle bolle e poi cadono giù una volta che queste sono scoppiate.

Conviene giocare a Puzzle Bobble?

Anche se gli episodi successivi della serie hanno apportato interessanti ed innovativi elementi di gameplay, riteniao che  anche il titolo originale possa fare il proprio gioco nel cercare di far trascorrere un po’ di tempo di sano divertimento a tutti i giocatori che daranno fiducia a questo game!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × tre =