Home Blog

Duccio Galimberti, 76 anni dalla sua morte il 3 dicembre

0

Giovedì 3 dicembre 2020 alle ore 16 si terrà la S. Messa presso il Santuario degli Angeli e, alle ore 18, l’esecuzione del famoso “Il Silenzio” dal balcone del Museo Casa Galimberti. 
La celebrazione avverrà in occasione del 70 esimo anniversario della morte di Duccio Galimberti. 
Il Comune di Cuneo intende con questa celebrazione ricordare l’Uomo che a prezzo della propria vita, con una rara intensità intellettuale ed una suprema coerenza ai valori della giustizia e della libertà, diede senza alcun ombra di dubbio un decisivo apporto alla Resistenza e alla conseguente costruzione della nostra Repubblica sulle basi democratiche che ancora oggi ci governano.

Muore Maradona, e con lui un pezzo di cuore di chi ama il calcio

0

Al di là del tifo, delle passioni o di qualunque altra cosa, ogni bimbo che si appresta a calciare un pallone o a mettere la maglia numero 10 pensa di sicuro lui: Diego Armando Maradona.
El Pibe de Oro però, è morto oggi, intorno alle 16 nella sua amata casa in Argentina.
Non è riuscito infatti a superare un forte arresto respiratorio, nonostante l’intervento tempestivo dell’ambulanza.
Per Maradona, ci sarà una veglia funebre di ben 4 ore nella sua casa Rosada.
Il figlio, Diego Jr. è risultato positivo al Covid, quindi non potrà purtroppo assistere al funerale del padre.

Confcommercio Cuneo, la nuova campagna “Per Natale Fai il Buono”

0

Dal 4 dicembre fino al giorno 24 compreso, grazie a Confcommercio Cuneo la capitale della Granda probabilmente avrà un nuovo sprint economico.
L’iniziativa, chiamata “Per Natale Fai il Buono”  prevede l’emissione da parte dei consumatori a regalare  dei buoni acquisto o buoni sconto in favore delle attività presenti nella città di Cuneo.
Ovviamente, l’obiettivo dell’emissione di questi buoni, è quello di spingere la popolazione a spendere all’interno della propria città per i vari acquisti natalizi.
D’altra parte, lo Shopping natalizio è da sempre il periodo dell’anno in cui c’è maggiore movimento di denaro e, perdere tutto ciò causa Covid, darebbe il colpo definitivo alle piccole e medie imprese

La giocheria di Corso Santorre a Cuneo farà consegne a domicilio

0

Nei momenti di difficoltà, o ci si reinventa o si affonda.
Nonostante anche in zona rossa i negozi di giocattoli possono stare aperti, la storica giocheria di Corso Santorre ha deciso di partire anche con la consegna a domicilio.
Dunque, per chi volesse toccare con mano i vari giocattoli, ampiamente igienizzati dopo ogni tocco, gli orari di apertura sono: dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30.
Mentre per chi ha paura a muoversi ed entrare in negozio, è partito anche il servizio di consegna a domicilio, che andrà a culminare con il rilascio di un’app dedicata. 

Piemonte verso la zona arancione, ma Cirio avverte che non è finita

0

Secondo quanto dichiarato dal Presidente della Regione Piemonte Cirio, con questi dati entro fine mese la regione passerà da zona Rossa a zona Arancione.
Un allentamento quindi delle misure restrittive dovuto ad un miglioramento generale delle condizioni del contagio da Covid-19.
Nonostante questa buona notizia però, il Presidente Cirio ha chiaramente spiegato che la situazione resta comunque critica: pochi posti in ospedale e tamponi fatti solo ai sintomatici. 
Dunque, entro dicembre si potrà uscire di casa anche senza motivazioni valide ma, si potrà circolare solo all’interno del proprio comune di residenza, salvo ovviamente per motivi di prima necessità.

Coldiretti: anche in zona rossa è consentita la spesa in comuni diversi

0

Ogni qual volta il Governo emana delle restrizioni volte a contenere il contagio, ci sono alcune zone d’ombra in cui non si capisce cosa si può e cosa non si può fare.
Una di queste domande riguardava la spesa che la famiglie fanno e dove poterla fare.
Su questo punto è intervenuto proprio la Coldiretti Cuneo la quale ha ufficializzato che spostarsi per acquistare prodotti genuini e convenienti al mercato si può, anche in comuni diversi da quello della propria residenza.
Ovviamente, questa regola vale nel caso in cui all’interno del proprio Comune nessuna attività disponga di quel dato alimento.

Dieta Low Carb: la nuova “Moda” è dannosa?

0

Il lockdown che abbiamo appena vissuto nei primi mesi del 2020 a causa del CoronaVirus ha drammaticamente ridotto la possibilità di svolgere attività fisica in palestre o anche centri sportivi.
Questa impossibilità ad uscire fuori casa ha fatto si che molte persone iniziassero a seguire una dieta per provare a mantenere il proprio fisico in modo decente.
La tendenza che però sta impazzando sul nostro territorio è la dieta chetogenica, usanza che era già presente in epoca neolitica quando l’agricoltura non produceva ancora cereali e ortaggi.
La chetogenica poco dopo la sua scoperta veniva utilizzata come terapia per curare cefalea, epilessia e diabete.
Ovviamente, evolvendosi, la scienza ha dimostrato che non aveva alcun effetto su queste patologie.

Cuneo si conferma terra di eccellenze, ma continua la dispersione scolastica

0

La Fondazione Crc ha presentato un Dossier nel quale si è evidenziato un buono stato di salute della provincia di Cuneo al 2019.
Il 2020 però, come è ovvio che sia causa vari Lockdown causati dal Covid, è partito malissimo, con l’export calato del 13.9 % e produzione industriale in contrazione del 13.3 %.
Infatti, si è calcolato che ad Ottobre 2020 ben 12.684 abbiano dovuto accontentarsi della cassa integrazione per almeno 3 mesi.
Tra le note negative poi, la forte dispersione scolastica che colpisce la città principale della Granda. Questo dato è infatti uno dei peggiori di tutto il Nord Italia.

Piemonte: ferie sospese in tutti gli ospedali

0

La nuova ondata pandemica di Covid-19, oltre che le persone contagiate, sta colpendo in modo violento anche tutti i lavoratori dell’ambito sanitario.
E’ di oggi la notizia infatti che, a partire da domani, nessun dipendente degli ospedali piemontesi potrà richiedere giorni di ferie.
Questo è purtroppo dovuto ad una pressione ospedaliera dovuta ai numerosi ricoveri Covid che sta costringendo dottori e infermieri ad ore ed ore di straordinari.
Sull’argomento infatti molti esperti del settore hanno concordato che anche una sola persona in più ad aiutare potrà fare la differenza tra la vita e la morte. 

Cuneo, sono tornati i giorni cupi

0

Sembrava un ricordo ormai lontano e passato quello delle strade vuote e le serrande abbassate ma, purtroppo, tutto è tornato.
Con il nuovo DPCM che ha decretato l’ingresso del Piemonte fra le altre delle regioni in zona rossa, l’incubo è tornato: lockdown.
A dire la verità, è un lockdown molto più leggero rispetto a quello di marzo e aprile ma, vedere quasi tutte le piccole attività chiuse, è davvero un colpo al cuore.
Pochi infatti i negozi aperti, ovvero alimentari e farmacie. Praticamente nessuna persona a passeggio se non qualche padrone con il suo cagnolino. Solo qualche runner movimenta un po’ le strade cittadine.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi