Home Blog

Covid, la vitamina D potrebbe azzerarne la mortalità

0

Arriva un’altra buona notizia riguardante la lotta al Covid: secondo una ricerca guidata dal professor Giannini e che vede coinvolte l’Università di Padova e Parma, l’assunzione di Vitamina D porterebbe grandi benefici a chi ha già patologie pregresse.
In breve, i soggetti che contraendo il Covid potrebbero perdere la vita, con una cura preventiva di Vitamina D potrebbero annullare i sintomi più gravi ed evitare addirittura anche la terapia intensiva.
Quindi, secondo questo studio condotto negli ultimi 6 mesi, la vitamina D assunta nelle giuste dosi diminuirebbe sensibilmente il numero di decessi causati dal Covid.
Ora non resta che la sperimentazione su un campione ancora più elevato di persone.

Cuneo, detenuto sorpreso a parlare con il cellulare

0

Spesso quando si pensa ai carceri e ai relativi “ospiti” si immaginano le situazioni che vediamo nei film e telefilm, soprattutto americani, o anche in serie TV come Gomorra.
Ebbene, nel carcere cittadino di Cuneo, questa mattina ci si è trovati di fronte ad una scena molto vista in tv: uno dei detenuti non si sa come è riuscito a far introdurre un cellulare nella sua cella ed è stato sorpreso mentre chiamava qualcuno all’esterno.
Precisamente, il criminale è stato trovato chiuso in bagno mentre urlava contro il suo interlocutore. Alle domane iniziali delle guardie avrebbe risposto che stava cantando.

Berlusconi ricoverato d’urgenza: problemi cardiaci

0

Silvio Berlusconi, di anni 84, mentre si trovava a Monaco per motivi lavorativi, ha accusato forti dolori al petto. Dopo di questi, l’ex Premier è stato ricoverato d’urgenza stessa nell’ospedale cittadino in quanto sono stati rilevati gravi problemi cardiaci.
Il suo dottore di fiducia, Zangrillo, ha dichiarato che si è preferito ricoverarlo lì poichè un trasporto in Italia poteva essere pericoloso per la salute del Cavaliere.
Sempre Zangrillo poi ha confermato alla stampa che il problema di Berlusconi è cardiaco aritmologico. Nonostante tutto però, il medico ci ha tenuto a precisare che Silvio rimane vigile e con la sua immancabile voglia di scherzare.

Governo shock, si dimettono 2 Ministre

0

Nelle ultime ore sembrava che si fosse arrivati ad una sorta di tregua tra Conte e Renzi. Invece, alle 18.15, le 2 Ministre dello schieramento di Italia Viva hanno rassegnato le dimissioni mettendo praticamente fine al Governo Conte Bis. 
Le Ministre in questione sono Teresa Bellanova ed Elena Bonetti, le quali si erano già astenute dal voto sul Recovery Fund, facendo capire quali sarebbero state le loro intenzioni.
Le dimissioni arrivano nonostante le parole al miele di Conte di poche ore prima, dopo l’incontro con Mattarella: “Troviamoci intorno a un tavolo se c’è volontà”.
Evidentemente, la volontà da parte di Italia Viva era finita da tempo.

Pitbull azzanna un volpino: il caso va in tribunale

0

Un classico barbecue tra amici e familiari tenutosi alle Basse Stura di Cuneo nella primavera 2018, si è trasformato in una causa legale per una aggressione di 2 cani.
Infatti, un pitbull ha attaccato un volpino che nello scontro ha quasi perso la vita.
Il proprietario del volpino quindi, spinta dall’amore verso il suo cagnolino, ha denunciato la padrona del Pitbull con l’accusa di violenza privata ai danni del volpino e di sè stesso.
Alla denuncia per l’attacco del pitbull poi, si sono aggiunte quelle per offese a sfondo razziale in quanto, dopo la prima chiamata alle autorità, la proprietaria del pitbull avrebbe urlato contro l’uomo, di origini peruviane, insulti razzisti.

Birreria vieterà l’ingresso ai non vaccinati

0

Arriva direttamente da Cuneo una forte scelta da parte di una birreria locale.
Il proprietario ha infatti annunciato che nei prossimi mesi sarà vietato l’ingresso a chi ha rifiutato il vaccino contro il Covid-19.
La persona in questione, titolare delle celebre Birrovia di Cuneo, è Michele Trapani.
Sui suoi social, mosso dalla voglia irrefrenabile di tornare a lavorare in tranquillità, ha spiegato che la sua idea è quella di avere un locale totalmente Covid free.
Questa scelta, ha spiegato, non è una guerra ai no vax o altro, ma solo una decisione presa per poter tornare a lavorare, un diritto sancito dalla nostra Costituzione.

Salgono i prezzi per fare la spesa, ma aumentano le speculazioni

0

In controtendenza a ciò che si sta registrando sul mercato in generale, i prezzi al consumo dei vari prodotti alimentari stanno facendo registrare nell’ultimo anno il maggiore incremento se si prendono in considerazione tutti i settori (+1,3%).
Questo dato è emerso dall’analisi sull’andamento dell’inflazione nell’anno 2020 svolta da Coldiretti. L’analisi ha evidenziato come gli aumenti nel nostro carrello della spesa non si sono trasferiti tuttavia nei campi di raccolta e nelle stalle.
In questi 2 ambiti infatti si sta avendo una forte speculazione al ribasso con conseguente taglio ai compensi pagati agli agricoltori ed agli allevatori per molti prodotti comuni.

Sulla vicenda è intervenuto  Roberto Moncalvo, Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo: “Siamo di fronte al paradosso. Mentre i prezzi della spesa al dettaglio sono aumentati, quelli pagati agli agricoltori e agli allevatori sono crollati. Il frequente ricorso alle offerte promozionali non può essere scaricato sempre sulle imprese agricole che rappresentano praticamente l’ultimo anello della catena e sono costrette da mesi ormai a subire l’aumento di costi dovuti alle complicate condizioni di mercato
Sempre Moncalvo ha quindi chiesto di “intervenire con decisione per impedire che queste pratiche sleali che fanno sottopagare i produttori agricoli, un problema che affligge oramai l’intero settore agroalimentare e contro il quale sarà necessario un serio e forte intervento normativo del Parlamento ad integrazione della Direttiva UE 2019/633”.

E’ intervenuto a riguardo anche il Direttore di Coldiretti Cuneo Fabiano Porcu.
La nostra agricoltura è in grado di produrre alimentari di qualità realizzando rapporti di filiera eccezionali, come ‘Gran Piemonte’ avviato negli scorsi mesi per il frumento tenero piemontese. Serve quindi responsabilità con un vero e proprio patto etico di filiera per garantire prezzi giusti ai produttori agricoli e privilegiare soprattutto nella distribuzione il Made in Italy a tutela dell’economia, dell’occupazione e del territorio

Ospedale Santa Croce riconvertito a centro di formazione?

0

L’ospedale di Santa Croce potrebbe diventare una di quelle strutture fatiscenti ed abbandonate a sé stesse.
Proprio per questo Stefano Quaglia nel corso del recente convegno organizzato dal gruppo consiliare Centro per Cuneo, incentrato sul futuro della sanità territoriale, ha proposto di utilizzare la struttura come centro di formazione e sanitario.
La struttura sarebbe così suddivisa in 3 aree  ideali in una superficie che andrebbe da corso Monviso a via Quintino Sella con l’aggiunta di piazza Cavalieri di Vittorio Veneto.
Prima di presentare questa proposta ovviamente, ci sono stati da parte di Centro per Cuneo molti studi di pre – fattibilità.

Rivolta nel carcere di Cuneo

0

Nella scorsa notte del 27 dicembre 2020, nel Carcere cittadino di Cuneo, solo la professionalità e la preparazione della Polizia Penitenziaria hanno evitato il degenerare di un tentativo di rivolta messo in atto da 2 detenuti.
La rivolta è stata guidata da uno straniero e un italiano, quest’ultimo già protagonista nello scorso mese di marzo di una rivolta all’interno del carcere di Modena.
I 2 delinquenti hanno completamente distrutto la loro camera di pernottamento, rendendola in pratica inagibile.
Nel porre in atto questa manifestazione di protesta e di danneggiamento, i detenuti hanno poi tentato di coinvolgere anche altri reclusi, invitandoli a copiare i loro comportamenti, senza fortunatamente raccogliere alcuna adesione. Il personale è intervenuto subito in forza, con non pochi rischi per la propria incolumità personale.

Coldiretti Cuneo: “Consumare vini del territorio”

0

Come sempre, le Festività di fine anno faranno registrare il massimo di domanda per quanto riguarda lo spumante italiano con picchi di 63 milioni di bottiglie stappate solo in Italia.
Secondo le stime di Coldiretti però quest’anno, causa le varie restrizioni che vietano feste e cenoni, ci sarà un calo del 15% rispetto allo scorso anno.
Le restrizioni che più hanno colpito il settore sono: lo stop a veglioni, alle feste private e la chiusura di ristoranti, bar e agriturismi per le misure anti Covid.

Nonostante tutto, più di 8 italiani su 10 (81%) non rinunceranno a fare un brindisi totalmente Made in Italy a fine anno, come riportato da un’indagine dell’Istituto Ixé.
Dunque i brindisi casalinghi proveranno a tappare le altre perdite, ma sarà impossibile.
Oltretutto gli effetti della pandemia si sono fatti sentire anche all’estero, dove si beve la grande maggioranza dello spumante italiano.
Per la prima volta si è registrato un calo del 4% delle esportazioni, secondo un’analisi di Coldiretti su dati Istat relativi ai primi 9 mesi dell’anno.

Il territorio piemontese è in pole position con la sua tradizione di grandi vini d’eccellenza ed etichette praticamente perfetti per i brindisi delle feste, con un ampissimo ventaglio di possibilità per tutti i tipi di consumatori: dall’Alta Langa al Moscato d’Asti, dall’Asti spumante all’Asti secco.
Il Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo Roberto Moncalvo ha aggiunto: È fondamentale, soprattutto quest’anno, incentivare il consumo di vino delle nostre colline per i brindisi per sostenere la produzione territoriale fortemente colpita dalla chiusura del canale Ho.Re.Ca. e dallo stop ai classici veglioni e cenoni delle feste, anche in casa. Quindi, in vista di Capodanno ed anche dei prossimi giorni festivi il consiglio di Coldiretti è di scegliere i prodotti del territorio acquistabili presso i mercati e i punti vendita aziendali Campagna Amica”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi