Franco Cordero morto, riposerà a Cuneo

0
205

Venerdì 8 maggio è stata una giornata particolarmente triste per tutta la comunità italiana letteraria.
Infatti, nella mattina di 3 giorni fa, si è spento lo scrittore e intellettuale Franco Cordero, originario proprio di Cuneo.
E’ stato, durante la sua lunga vita, professore di Diritto Procedurale presso la prestigiosa Università de La Sapienza di Roma e, fin da giovane, si è battuto in battaglie civili di alto livello e dal grande valore.
E’ morto all’età di 91 anni (nato nel 1928 a Cuneo) e, nella giornata di oggi è stato seppellito nella tomba di famiglia nel cimitero di Cuneo, ovviamente con rito ridotto viste le normative anti contagio da Covid-19.

Nato a Cuneo nel 1928 è stato giurista, scrittore ed intellettuale impegnato in tantissime battaglie civili, Cordero nel corso della sua lunga e decorata carriera ha insegnato in diverse Università italiane ed è stato anche professore emerito di Procedura Penale all’ Università La Sapienza di Roma.
Ha anche collaborato per un lungo periodo di tempo con il quotidiano “La Repubblica”, dalle cui pagine paragonò Berlusconi ad un caimano, paragone che poi fu ripreso da Nanni Moretti per l’omonimo film di successo.
La sua morte è stata annunciata Venerdì dalla casa editrice La Nave di Teseo con cui nei prossimi giorni era prevista l’uscita del suo ultimo libro, un romanzo, “La tredicesima cattedra”.

Era per tutti questi anni rimasto legato da un profondo legame di affetto con la su città natale di Cuneo, in cui negli ultimi anni era solito tornare in più occasioni sopratutto come ospite di Scrittorincittà, manifestazione che aveva inaugurato e promosso lui stesso nell’ anno 2013.
Sulla morte dello scrittore è interventuo anche il sindaco di Cuneo,Federico Borgna: “Insieme abbiamo inaugurato la 15ª edizione di “Scrittorincittà” , è stato un onore e un privilegio averlo conosciuto”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × due =