Cuneo, pochi reati al Centro. Ma regna l’insicurezza

0
239

E’ intervenuto oggi il commissario Chilla della Squadra Mobile della Questura di Cuneo riguardo la mancanza di sicurezza al centro di Cuneo.
L’intervento si è avuto durante una riunione di piazza ‘virtuale’ promossa dal Comitato di quartiere.
La frase che più ha destato scalpore del commissario è stata: “Nel quartiere di Cuneo centro non c’è un problema di gravi reati ma di sicurezza urbana“.
Tra i problemi lamentati dai cittadini poi, lo spaccio di droga che nella zona è da sempre purtroppo una realtà, il degrado urbano  e il disturbo del riposo delle persone.
Tutto questo porta ad un continuo senso di insicurezza nonostante i reati siano al minimo storico.

La zona che più di tutte soffre di questo problema di insicurezza è quella tra piazza della Stazione, corso Giolitti, via Silvio Pellico e via Meucci.
Il commissario Chilla ha spiegato poi che i problemi principali della zona sono due: reati e sicurezza urbana.
Ecco le sue parole:  “Per i primi (i reati) la Questura è attualmente al lavoro e presto si vedranno i grandi risultati dell’attività investigativa degli uffici della Polizia di Cuneo.”
Da notare però, ancora una volta, che la percentuale di reati commessi al centro della città è al minimo storico, forse anche causa pandemia.

Altro problema del Centro città, soprattutto in questo periodo, è secondo il commissario il negozio alla fine di corso Giolitti che vende sempre bevande alcoliche a basso prezzo ed è quindi un catalizzatore di numerosi assembramenti, ovviamente vietati.
Un abitante della zona ha infatti spiegato durante la riunione che: ” Sono diversi giorni che fino alle tre di notte e anche oltre non si può dormire per il rumore in via Silvio Pellico”
La richiesta dei residenti è quindi di insonorizzare il locale e di aumentare i controlli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 3 =