Cuneo, al via la presentazione di “Siamo qui da vent’anni”

0
419

Immigrazione e agricoltura: un binomio che arriva ben oltre il caporalato e che spesso, ma non sempre è esempio di integrazione, di avanzate e nuove  forme di cittadinanza.
Un percorso che si dovrebbe concretizzare nell’accoglienza, nella qualità del lavoro e nella partecipazione.
Siamo qui da vent’anni”, docufilm di Sandro Bozzolo e realizzato dall’Anolf Cuneo, con il prezioso contributo del Consorzio delle ONG Piemontesi, della Fai Cisl ed anche della Fondazione Fai Cisl Studi e Ricerche, nell’ambito del prestigioso progetto europeo “Frame, Voice, Report”, va a raccontare come la vocazione agricola si sia rinnovata nel segno di una enorme globalizzazione del mercato del lavoro che sopperisce alla sempre più frequente mancanza di manodopera locale.

All’interno del documentario sono raccolte testimonianze della vita dei migranti nella Regione Piemonte e in particolare della provincia di Cuneo, cuore pulsante dell’eccellenza agricola italiana, che si avvale da decenni ormai di braccia e mani che arrivano da molto lontano e che, in questo docufilm , vanno a diventare volti e storie di appartenenza.
Roger Davico, presidente territoriale dell’Anolf Cisl ha dichiarato:
Abbiamo voluto realizzare questo progetto per sottolineare l’importanza del contributo di questi nuovi cittadini e lavoratori alle produzioni del nostro territorio: dal vino fino ai formaggi, dalla coltivazione della frutta alla manutenzione dei boschi di castagno, la nostra Provincia ha sempre bisogno di questi lavoratori

Roger Davico ha poi continuato:
Nel film emerge anche l’importante aiuto che le nostre famiglie e i nostri anziani ricevono dalle tante badanti straniere e come le nuove generazioni si vogliano sempre di più integrare nella nostra società. Vogliamo che il progetto sia una semplice azione di informazione e di educazione rivolta sia alla cittadinanza che alla politica, che ci deve spingere a lavorare insieme per i diritti e per l’integrazione

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici − uno =