Da Prato Nevoso a Sochi per difendere i colori dell’Albania

Mondovi' - Suela Mehilli vive a Prato Nevoso e sarà la prima donna albanese a partecipare ai giochi olimpici invernali

martedì 28 gennaio 2014 16:05 : Sport, Curiosità : Nessun commento
Bookmark and Share

E’ la prima donna nella storia dell’Albania a partecipare alle Olimpiadi invernali. Ma Suela Mehilli vanta anche un altro primato: quello di essere l’unica atleta nella disciplina dello sci alpino che partirà dal Piemonte per i giochi olimpici di Sochi, ai nastri di partenza il 7 febbraio.

Vent’anni, talento da vendere, Suela Mehilli vive sulle montagne monregalesi fin da piccolina, da quando, a 3 anni, arrivò con la famiglia dall’Albania in cerca di una nuova vita. L’incontro con lo sci, fin da piccolissima, è stato un amore a prima vista. E nulla da allora ha fermato l’escalation di questa enfant prodige dello sci. Neanche i due incidenti sulle piste, in fase di allenamento, che l’hanno costretta a uno stop forzato per due anni.

Da altrettanti, ormai, Suela Mehilli si sta allenando con un solo obiettivo: partecipare e fare risultato ai prossimi giochi invernali di Russia. Le premesse ci sono tutte. E da 7 anni nel team del Mondolé, Suela è a tutti gli effetti una promessa del Circo Bianco internazionale. Ne è convinto il suo preparatore atletico, Danilo Rubini, della palestra Planet Fitness di Mondovì, e chi nel tempo l’ha vista crescere e oggi scommette su di lei.

Gianluca Oliva, maestro di sci e amministratore delegato della Prato Nevoso Ski: “A vederla sciare si capisce che cos’è la passione per lo sci e la classe innata di un’atleta. Suela è cresciuta sulle piste da sci di Prato Nevoso ed è a tutti gli effetti la punta di diamante con cui la nostra stazione si presenta ai giochi olimpici invernali, anche se lei correrà per i colori dell’Albania. Puntando a scalare la classifica e magari anche a una medaglia”. Non solo: “Il nostro ski team –conclude Oliva- è un vero e proprio vivaio di atleti dalle grandi potenzialità. Mi auguro che Suela sia solo la prima di una lunga serie di atleti in odore di nazionale a portare nel mondo l’esperienza maturata sulle piste di una stazione come Prato Nevoso, che ha i giovani nel suo dna”.

Suela Mehilli correrà nello slalom e nel gigante, specialità quest’ultima che fu di una grande stella italiana dello sci, Deborah Compagnoni. Un’atleta a cui la giovane Suela si ispira, sia a livello sportivo che personale. “Come lei Suela è una campionessa di umiltà –spiega il suo preparatore atletico, Danilo Rubini. Crediamo molto in lei. E il 7 febbraio lei, un’atleta albanese cresciuta sulle piste di Prato Nevoso rappresenterà non solo l’Albania ma tutti noi. Una grande responsabilità. Non solo: anche una storia di eccezionale impatto umano. E di integrazione vera”.