Mer. Mag 22nd, 2019

Punto cuneo

Documenti e notizie dal mondo.

Influenza severa: 7 milioni di italiani ne soffriranno

1 min read
influenza-severa

Influenza severa: secondo gli esperti, tra i 6 ed i 7 milioni di italiani soffriranno di influenza durante quest’anno

I malanni stagionali, si sa, sono sempre di più all’ordine del giorno. Sia che si tratti di allergie primaverili, sia che si parli di influenza o raffreddore, è abbastanza comune ad oggi ammalarsi, almeno una volta l’anno. Ma secondo gli esperti, nel prossimo inverno l’influenza che colpirà tra i 6 ed i 7 milioni di italiani sarà ancora più severa e cattiva, con un incremento importante che si attesta tra il peggiore degli ultimi anni.

influenza-severaInfatti, secondo gli esperti è il caso di dimenticare gli ultimi anni, in cui abbiamo affrontato influenze miti: circa 6 o 7 milioni di persone soffriranno di raffreddore, febbre, dolori articolari ed ossei dovuto ad influenza, con un picco anche per quel che riguarda le possibili complicanze le quali colpiranno soprattutto anziani e bambini. In questo caso si parla di circa 11 mila morti previsti, contro quanto avvenuto nello scorso anno, in cui il numero dei deceduti per complicanze da influenza era di 8 mila persone.

A lanciare l’allarme è un virologo dell’Università di Milano, Fabrizio Pregliasco, il quale, tra l’altro, ha anche dato qualche suggerimento per prevenire questi disturbi: prima di tutto, il vaccino (trivalente adiuvato o quadrivalente), che potrebbe essere molto utile per evitare un’insorgenza delle malattie influenzali. E poi, un’alimentazione adeguata, con uso di vitamine e Sali minerali, che potranno contribuire a creare una maggiore capacità protettiva da parte dei nostri anticorpi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi