Mar. Ott 22nd, 2019

Punto cuneo

Documenti e notizie dal mondo.

Dispositivi antinfortunistici: quali sono

2 min read
shoes-433797__340

Il mondo del lavoro può essere ricco di insidie e gli infortuni possono essere sempre dietro l’angolo. Soprattutto se si svolgono lavori pericolosi, pesanti e che mettano a rischio la propria incolumità è fondamentale proteggersi al meglio.

La Link Spa antinfortunistica ad esempio mette a disposizione i migliori dispositivi per proteggere l’incolumità dei lavoratori.

Ma vediamo insieme quali sono i dispositivi antinfortunistici e come possono essere utili.

Scarpe antinfortunistiche

Partiamo da uno dei dispositivi antinfortunistici più comuni e conosciuti in assoluto: le scarpe. Tra i principali incidenti sul lavoro infatti ci sono senza dubbio quelli relativi i piedi i quali possono essere particolarmente esposti.

Il punto più delicato sono le dita le quali possono spezzarsi facilmente nel caso in cui vi cada qualcosa di pesante sopra. Proprio per questo le scarpe antinfortunistiche risultano obbligatorie per tutti quei lavori che prevedono il sollevamento di pesi o oggetti pesanti.

La loro struttura è realizzata in modo tale che nella parte anteriore vi sia un supporto che permetta di proteggere in modo efficace proprio le dita.

Naturalmente anche il resto della scarpa risulta particolarmente robusto in modo tale da evitare eventuali danni.

Guanti antinfortunistici

Passiamo ora ad un altro dispositivo altrettanto importante in quanto va a proteggere una parte del corpo particolarmente esposta.

Parliamo dei guanti antinfortunistici i quali rappresentano un’altra misura obbligatoria per chiunque esegua dei lavori manuali. Questi sono realizzati solitamente in pelle molto spessa e garantiscono in sostanza una protezione efficace per le dita e per tutta la mano in generale.

I guanti sono obbligatori per chi si occupa di lavori che richiedono la presenza di lame o altri arnesi taglienti. Questo tipo di protezione infatti cinge completamente la mano rendendola sicura.

Questo naturalmente non toglie che quando si svolgono questo genere di lavori è necessario prestare un’attenzione particolare.

Occhiali di protezione

Come detto in precedenza i dispositivi di protezione servono per proteggere le parti del corpo più delicate e a rischio. Tra queste ci sono senza dubbio gli occhi i quali possono essere particolarmente soggetti ad infortuni.

Gli occhiali di protezione sono solitamente molto spessi e realizzati in plastica dura. Questa permette di evitare che eventuali schegge o frammenti possano volare e raggiungere gli occhi andando così a danneggiarli in maniera anche permanente.

Questo genere di protezione è obbligatoria per chiunque si occupi ad esempio del taglio dei metalli in quanto non è raro che tali schegge volino in maniera molto pericolosa.

Caschetti di protezione

Anche i caschetti di protezione costituiscono uno strumento fondamentale per svolgere al meglio il proprio lavoro. Si tratta di speciali caschetti rinforzati i quali permettono di proteggere un’altra zona particolarmente a rischio: la testa.

Questo tipo di protezione è obbligatoria per chi svolge un lavoro che prevede il sollevamento di pesi o la presenza di calcinacci.

Grazie a questo dispositivo infatti è possibile evitare che questi cadano direttamente sul capo causando danni anche particolarmente gravi alla persona.

L’abbinamento con altri dispositivi di protezione rappresenta naturalmente un ottimo modo per evitare infortuni sul lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi